MQL Web Design Wordpress

Google ama un sito web sicuro

Un Sito Web sicuro ed aggiornato, per non perdere punti SEO

Google ama un sito web sicuro

In un linguaggio accessibile anche ai profani, e con una sintesi molto grossolana, possiamo stabilire chen un sito web é sicuro, quando ha un impianto di sicurezza basato su due elementi: connessione crittografata, ad esempio in protocollo https, ed un firewall potente.

Passiamo più in dettaglio questi due “fattori di sicurezza”, senza esagerare troppo nei tecnicismi, e soprattutto perchè vale la pena per il potenziale cliente prestare molta attenzione a questi aspetti, a suo guadagno e beneficio personale.

Anzi, io direi di cominciare direttamente dai vantaggi per i proprietari di un sito web “sicuro”, tanto per ribaltare il ragionamento.

Anzitutto é da sottolineare che Google ama i siti web “sicuri”, su connessione crittografata in protocollo HTTPS, e “certificato digitale”
accettato (in foto 1), e sempre Google premia questa scelta di “sicurezza”, con un posizionamento organico migliore rispetto ai cosidetti siti web “non sicuri”, che adottano ancora il protocollo di trasmissione dei dati http. Esperti SEO hanno comprovato questa differenza di trattamento del Motore di Ricerca; una posizione non ufficiale, che va ben oltre le prese di posizioni ufficiali di Google.

Noi di MQL Web Agency, teniamo molto alle infrastrutture di sicurezza, ed al passo con la concorrenza offriamo gratis un certificato digitale per https, attivabile sui domini principali e sottodomini del cliente con l’uso del programma hosting Cpanel.

Google ama un sito web sicuro
foto 1: certificato digitale https accettato, connessione sicura

Il Firewall

Il Firewall innalza “un muro”, che prima di tutto protegge il sito web da tentativi di accesso/log in non autorizzati.

Dopo un numero tot. di tentativo di accesso errati alla pagina amministrativa, il firewall “espelle” un client dal server, inserendo il suo indirizzo IP in una blacklist. I programmi Firewall migliori inviano anche un report completo di sicurezza generale via mail al proprietario del sito (o in alternativa al webmaster), che contiene informazioni che riguardano anche il numero di login falliti.

Un buon Firewall non si limita a bloccare gli accessi indesiderati alla pagina di log in, ma permette anche di avviare delle scansioni generali, per identificare potenziali “vulnerabilità” del sito web, ed anche quei programmi interni “vecchi”, da aggiornare, quindi sostanzialmente insicuri perchè presentano “scripts” deboli, attaccabili dagli Hacker.

Prima di tutto, é opportuno ricordare che quando un Hacker buca un sito web, per far passare spam, informazioni malevole, tutti i dati interni, anche privati e personali degli utenti del sito web stesso, sono comunque esposti.

In un’ottica commerciale, il Proprietario del sito web non deve mai dimenticare che quando un homepage é bucata da un hacker, diffonde informazioni spam dannose, in quanto abusive e non pertinenti rispetto ai contenuti legittimi della pagina: così si perdono importanti punteggi SEO; seppur in modo temporaneo é un danno che si ripercuote sul ranking SEO e sulla reputazione della pagina web.

Un danno recuperabile, se si dispone grazie al proprio host di strumenti di backup/ripristino di un sito web, ma pur sempre un danno d’immagine, reputazione, punteggi SEO.

Quindi, in conclusione, ricordatevi di non trascurare la sicurezza: gli aggiornamenti delle vulnerabilità delle librerie javascript, l’utilizzo degli attributi per i link con target _blank (noopener noreferrer) e i vari aggiornamenti software delle web application pongono un ulteriore fattore SEO a favore del vostro sito web.

Noi di Media Quality Lab Web Agency abbiamo il “pallino” della sicurezza proprio per queste buone ragioni: configuriamo sempre programmi firewall, sia livello base che avanzato, forniamo un servizio di update/aggiornamento di tutto il software del sito web, “personalizziamo” le pagine di login per “sviare” i tentativi di accesso illegale, garantiamo al cliente servizi di backup/ripristino automatici della pagina, ed ovviamente, come già detto, “certificato digitale” di connessione.

Oltre ad una serie di parametri di sicurezza del sito web, lato php, che non si vedono ma fanno un buon lavoro.

Link Building – per approfondire questo argomento:

Le ragioni per cui dovresti spostare il tuo sito su HTTPS – lo studio di SEMrush